QUAL è il VALORE dell’OVVIO?

Qualche giorno fa rispondevo a una ragazza che aveva inviato un testo su cervello, neuroscienze e comportamenti, da correggere e sistemare, prima di un discorso che avrebbe dovuto tenere di lì a qualche settimana.

Dovevo dirle che quello speech non solo non era adatto ma era addirittura scorretto concettualmente. Improvvisarsi esperti in un settore dopo aver letto appena qualche libro o seguito qualche conferenza, è l’apoteosi del qualunquismo.

Era una valutazione  forte, ma sincera. E se si vuol crescere, la sincerità è d’obbligo.

Però come si fa a dare questo tipo di risposta a sangue freddo, senza patire? Forse allo stesso modo di scrivere ciò che ho appena scritto senza passare per arrogante.

Non credo ci sia soluzione.

Le cose più ovvie ed importanti della realtà sono quelle più difficili da vedere e di cui parlare. Come quei due giovani pesci che nuotano uno vicino all’altro e all’improvviso incontrano un pesce più anziano che, nuotando in direzione opposta, fa loro un cenno di saluto e poi dice “Buongiorno ragazzi. Com’è l’acqua?” I due giovani pesci continuano a nuotare per un po’, e poi uno dei due guarda l’altro e chiede “cosa diavolo è l’acqua?”.

IL SUCCO DELLA STORIA

Il succo della storia dei pesci, che spetta a Foster Wallace, è che nella trincea quotidiana in cui si svolge l’esistenza, i banali luoghi comuni possono essere questioni di vita o di morte. Come la storia del pesce, qual è il valore dell’ovvio?

Trame ingarbugliate si fanno matassa fra il disagio del rifiutare, il valore dell’ovvio, l’ignoranza colta e la comprensione dell’altro. Ed è qui che vi lascio, nel bel mezzo di mosse impregnate di tragedie edipiche collettivamente intarsiate,  dove fra Freud e Jung ad avere la meglio sarà la soggettiva saggezza. Perché la vera educazione a pensare, non riguarda affatto la capacità di pensare, ma piuttosto la scelta di cosa pensare.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *